Le emorroidi sono cuscinetti mucosi ripieni di sangue situati all'interno del canale anale che tendono con il passare del tempo a fuoriuscire. Nella maggior parte dei casi il paziente si accorge di avere le emorroidi quando queste protrudono all'esterno dell'ano durante la defecazione o quando sono costantemente fuori (prolasso muco-emorroidario permanente). Il sintomo più frequente delle emorroidi è il sanguinamento.

La ragade anale è una piccola ulcera del canale anale. Spesso il motivo per cui si forma è sconosciuto; in alcuni casi è conseguente al passaggio di feci dure o, al contrario, ad episodi diarroici. La ragade, sovente, è associata alle emorroidi e puó insorgere in periodi di stress emotivo.

Che cos'è la fistola anale e a cosa è dovuta?
Come si cura?

È un piccolo tunnel che mette in comunicazione la cute attorno all'ano con il canale anale, caratterizzato da un orifizio all'interno del canale anale e da un orifizio all'esterno attraverso il quale fuoriesce il pus.

Che cos'è la fistola anale?
Perché si forma?
Qual è la terapia?

Con il termine "cisti pilonidale", "sinus pilonidale" o "fistola pilonidale" sacrococcigea si identifica comunemente una patologia della cute e del sottocute della regione interglutea, caratterizzata da infezione batterica, acuta o cronica. È definita pilonidale per la frequente presenza di peli nel sottocute sede dell'infezione.

I condilomi (detti anche creste di gallo) sono delle escrescenze che interessano prevalentemente i genitali maschili e femminili nonchè l'ano. Inizialmente hanno le dimensioni di una testa di spillo e successivamente aumentano di volume e tendono a confluire. Generalmente non provocano dolore, ma solo sensazione di fastidio o prurito.

La proctologia è quella branca della medicina e chirurgia che si occupa dello studio delle malattie anorettali (emorroidi, stipsi, infezioni, ragadi, fistole, polipi, tumori rettali).

Le diverse metodiche di terapia chirurgica, che si avvalgono di strumenti più o meno sofisticati, ognuna delle quali presenta particolari vantaggi ma anche dei limiti.

La legatura delle emorroidi consiste nell'applicare un piccolo anello di gomma (elastico) alla base di ciascuna emorroide utilizzando un apposito strumento.

L'ernia consiste nella fuoriuscita dalla cavità naturale (es. addome) di un viscere o di una parte di esso, per cedimento della componente muscolare della parete addominale, che determina una tumefazione (gonfiore) di un'area cutanea dell'addome.

La colecisti o cistifellea è una piccola sacca a forma di pera, adesa al fegato. Attraverso alcuni dotti (canali) è collegata al fegato e al duodeno. La colecisti serve da serbatoio (circa 50 cc) per la bile prodotta dal fegato. Durante i pasti, soprattutto grassi, la colecisti si contrae e, svuotando la bile nel duodeno, favorisce la digestione.

La piccola chirurgia ambulatoriale comprende quegli interventi non complessi, poco invasivi, a rischio molto basso, effettuabili in un ambulatorio dedicato, in anestesia locale. La ripresa della deambulazione a fine intervento deve essere immediata, consentendo al paziente il raggiungimento del proprio domicilio.